CONSIGLIO DELLA SCUOLA

Il Consiglio della Scuola, organo di programmazione e di gestione, esercita le attribuzioni che ad esso sono demandate dall'art. 25 dello Statuto, dal Regolamento di Ateneo per l'Amministrazione, la Finanza e la Contabilità, dagli altri Regolamenti di Ateneo e da specifiche leggi.
Il Consiglio della Scuola, nel rispetto di quanto previsto dall'art. 25, comma 2, e dall'art. 29, comma 3 dello Statuto, delega ai Consigli dei Corsi di Studio l'adozione delle delibere relative alle seguenti materie:

  • piani di studio individuali;
  • riconoscimento di crediti formativi universitari nei trasferimenti da altri atenei o nei passaggi tra corsi di studio;
  • tirocini formativi e di orientamento;
  • verifica dei requisiti curriculari e della personale preparazione degli studenti per l'iscrizione ai corsi di laurea magistrale;
  • orientamento e tutorato;
  • percorsi formativi personalizzati per gli studenti part-time.

Il Consiglio della Scuola può delegare alle Unità, ove costituite, specifiche funzioni, nel rispetto di quanto previsto dall'art. 21, comma 11, dello Statuto.

Fanno parte del Consiglio della Scuola:

  • il Direttore;
  • i professori e i ricercatori di ruolo, nonché i ricercatori a tempo determinato afferenti alla struttura primaria;
  • i rappresentanti del personale tecnico-amministrativo assegnato alla struttura primaria;
  • una rappresentanza degli studenti iscritti per la prima volta, e non oltre ii primo anno fuori corso, ai corsi di laurea, di laurea magistrale e di dottorato di ricerca, non inferiore al 15% dei componenti il Consiglio della Scuola, che garantisca almeno un rappresentante degli iscritti ai corsi di dottorato attivati nella struttura primaria;
  • una rappresentanza degli assegnisti e dei borsisti che fanno riferimento alla struttura primaria e che abbiano contratti almeno di durata biennale;
  • le unità di personale tecnico-amministrativo con ruoli di responsabilità e/o coordinamento in materia di ricerca, didattica e amministrazione, che partecipano alle adunanze senza diritto di voto.

Il numero di rappresentanti di cui ai punti precedenti, e le modalità per la loro designazione sono stabiliti nel Regolamento Generale di Ateneo. La durata del loro mandato è di due anni accademici, rinnovabile una sola volta.

Le funzioni di segretario verbalizzante delle adunanze del Consiglio della Scuola sono assunte da una delle unità di personale di cui ai punti precedenti, individuata dal Direttore con apposito provvedimento. Le attività di supporto al Consiglio della Scuola sono assegnate agli uffici della Segreteria di Direzione della Scuola.