Presentazione

Gli Obiettivi formativi specifici del Corso di Studi

Il corso di laurea magistrale internazionale in Sustainable Management of Food quality è istituito ai sensi del D.M. 270/04, del DM 50/2010 e dell'Accordo di Programma del 3 agosto 2011 tra Miur, Univeristà degli Studi della Basilicata e Regione Basilicata ai sensi dell'art. 1, comma 6, della legge 240/2010.
Obiettivo della proposta è di creare un nuovo ed innovativo curriculum di studi multidisciplinare, in grado di formare professionisti che siano in grado di interfacciarsi con le diverse aree e i differenti attori che operano nell'ambito dello sviluppo e realizzazione di prodotti agroalimentari.
Il corso di laurea magistrale in Sustainable Management of Food quality ha una durata normale di due anni e corrisponde al conseguimento di 120 crediti formativi universitari (CFU).
Alla fine del percorso di studi i laureati in Sustainable Mangement of Food quality saranno in grado di

  • gestire le problematiche alimentari e della nutrizione
  • gestire le problematiche della sicurezza alimentare e della salute pubblica assicurare la sicurezza e la salubrità degli alimenti
  • considerare la sostenibilità alimentare sotto i differenti aspetti: innovazione, marketing, produzioni biologiche, impatto ambientale delle produzioni, ecc.
  • ottimizzare e gestire progetti di ricerca industriale, relativi all'intera filiera produttiva degli alimenti;
  • analizzare e comprendere il quadro legislativo europeo ed internazionale in cui si collocano lo sviluppo e la produzione dei prodotti agroalimentari.
  • analizzare le diverse situazioni di un contesto produttivo e di mercato, programmare azioni e gestire interventi per migliorare la qualità e l'efficienza della produzione e ogni altra attività connessa, per garantire la loro sostenibilità ambientale ed eco-compatibilità
  • utilizzare, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, preferibilmente l'inglese, con specifico riferimento ai lessici disciplinari;

Il percorso è strutturato in modo che l'approccio multidisciplinare, che è alla base del progetto di questo corso di studi, abbia, tra i partner, precisi referenti scientifico disciplinari e relative responsabilità didattiche nella fase di gestione/erogazione delle attività didattiche:
1. l'aspetto relativo alla sicurezza alimentare, la salute pubblica e le problematiche alimentari e nutrizionali sarà erogato dalla University Montpellier 1 (UM1), France ;
2. l'aspetto relativo salubrità e alla qualità dei processi produttivi e dei prodotti sarà erogato dall'Università della Basilicata , Italy;
3. l'aspetto del management e del marketing sarà erogato dallo IAMz di Saragoza, Spain.
Il ruolo degli altri partners, Université Mentouri de Constantine (UMC), Constantine, Algeria, Mediterranean Agronomic Institute of Montpellier (IAMM), France,
Mediterranean Agronomic Institute of Chania (MAICh), Greece University of Tsukuba, Japan, sarà di supporto alle attività didattiche e di ospitalità nella fase di internato e stage.
 

Figura professionale con competenze di tipo internazionale capace di :

  • gestire le problematiche alimentari e della nutrizione;
  • gestire le problematiche della sicurezza alimentare e della salute pubblica;
  • assicurare la sicurezza e la salubrità degli alimenti;
  • considerare la sostenibilità alimentare sotto i differenti aspetti: innovazione, marketing, produzioni biologiche, impatto ambientale delle produzioni, ecc.;
  • ottimizzare e gestire progetti di ricerca e industriale, relativi all'intera filiera produttiva degli alimenti;
  • analizzare e comprendere il quadro legislativo europeo ed internazionale in cui si collocano lo sviluppo e la produzione dei prodotti agroalimentari;
  • analizzare le diverse situazioni di un contesto produttivo e di mercato, programmare azioni e gestire interventi per migliorare la qualità e l'efficienza della produzione e ogni altra attività connessa, per garantire la loro sostenibilità ambientale ed eco-compatibilità;
  • utilizzare, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, preferibilmente l'inglese, con specifico riferimento ai lessici disciplinari.
     

Il corso prepara alla professione di (Codifiche ISTAT)

  1. Biotecnologi - (2.3.1.1.4)
  2. Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze agrarie, zootecniche e della produzione animale - (2.6.2.2.2)